Rector Major

Esequie di don Joaquim Bambo (MOZ)

Scarica il file

 

Il Rettor Maggiore

Omelia nelle esequie di don Joaquim Bambo (MOZ)

Parrocchia S. Maria della Speranza
2015.03.05

 

Carissimi fratelli e sorelle dell'UPS, del Mozambico e di tutto il mondo salesiano:
oggi siamo qui intorno all'altare e alla salma del nostro fratello Joaquim Bambo per celebrare un congedo. Un inaspettato e prematuro congedo che ci parla di una vita vissuta nella fede nel Signore Crocifisso e Risorto, e nella comunione di una famiglia che va oltre le diverse frontiere umane.

Il cuore di P. Bambo ha smesso di battere e quindi, ha smesso di esprimersi nel bel consueto sorriso, proprio del nostro fratello, giacché la sorgente del suo sorriso era il suo cuore tenero e generoso. Il suo volto luminoso sarà ormai in presenza di Colui che è la vera luce che illumina ogni tenebra. Quanto ci mancherà il tuo luminoso sorriso, P. Bambo!
Il superiore della Visitatoria, don Eugenio, ci ricorda nella sua comunicazione delle esequie che “Don Joaquim è stato per noi un esempio: ha testimoniato che la gioia dell'incontro con il Signore è rimasta viva e fedele anche nel periodo drammatico della malattia. In questi due mesi -continua- non ha mai perso il sorriso e la fiducia nel Signore Gesù, pur conoscendo il progredire devastante del tumore”.

Io sono convinto che “la [sua] morte è [stata] illuminata dalla speranza di entrare nella gioia del suo Signore” come dicono le nostre Costituzioni. (C. 54)
Luce, gioia e speranza: un “vangelo” di P. Bambo che ci aiuta ad anticipare la festa della Pasqua.

Come mai il Signore chiama a sé un educatore-pastore così giovane e prova in questo modo ancora una volta una Visitatoria come il Mozambico che in pochi anni ha “perso” quattro giovani confratelli pieni di vita e di coraggio? Come mi scriveva ieri P. Marco Biaggi, superiore del Mozambico, io penso che “molte volte noi vogliamo capire la logica di tutto questo, ma sappiamo che non riusciremo a capire. […] Sappiamo che Dio è Signore anche in questi momenti. Tutta questa prova ci aiuta a camminare più uniti. Abbiamo bisogno di essere più uniti ed avere fiducia nella Provvidenza divina. È il Signore a salvare il suo popolo, noi soltanto lavoriamo nella sua messe”.

Nel mio cuore penso anche alla sua famiglia: a suo papà Miguel e a sua mamma Maria. Il dolore della mancanza di un figlio trafigge corpo e anima. Ma anche in loro troviamo una testimonianza evangelica preziosa. Cito ancora una volta la mail di ieri di P. Biaggi: “Negli ultimi quindici giorni accogliamo nella nostra casa il papà di P. Bambo. Un uomo di molta fede, una grande umiltà, molta saggezza, immensa pietà... Tanti dei suoi parenti e amici sono venuti a visitarlo, soprattutto in questi giorni dopo la morte del suo figlio. Noi ci sentiamo più in famiglia con lui in casa. La nonna di P. Bambo è stata anche qui: una donna di molta fede e coraggio. Sua mamma, Maria di Fatima, che è rimasta nella sua casa a Tete, disse: 'Dio ha portato con sé il mio figliolo, il mio padre consigliere. So che lo ha preso con sé perché ha già adempiuto il suo compito”.

Carissimi, vedete quanta fede! Ecco l'origine della fede del nostro fratello e amico, ecco la sorgente del suo luminoso sorriso pieno di freschezza che incoraggiava tutti.

Tutti noi in questi giorni viviamo un mix di sentimenti di mancanza, di perdita, di conforto, di impotenza, di speranza, di fede, di tristezza, di fratellanza, di solidarietà, di serena attesa della Pasqua del Signore, anzi della sua Venuta definitiva!
Un sentito grazie a tutti quelli che hanno accompagnato P. Bambo in questi ultimi mesi. Un grazie immenso e sentito alle sorelle che si sono prese cura di lui, ai confratelli della sua comunità Don Bosco, a tutti i confratelli della Visitatoria Maria 'Sede della Sapienza' perché lo avete sostenuto con la vostra vicinanza e preghiera. Grazie alla Visitatoria 'Maria Ausiliatrice', del Mozambico, qui rappresentata dal suo vicario, P. Francisco Pescador.

Il Signore ci dia tanti P. Joaquim Bambo in congregazione perché il mondo ha bisogno di luce, di Vangelo, di essere testimoni del sorriso di Dio! Egli ha lavorato alcuni anni come delegato della visitatoria per la pastorale giovanile, gli oratori, il Movimento Giovanile Salesiano... Tanti giovani aspettano bravi salesiani come lui!

Maria Ausiliatrice, Sede della Sapienza ci sostenga con la sua tenerezza e accompagni P. Bambo dal suo figlio Gesù, il Signore Crocifisso e Risorto che ci ha donato la sua vita perché tutti noi siamo figli di Dio Padre in Lui. Amen.