Focus

Focus

Xavantes - BCG01-01-2020

Il progetto AMA viaggia per i villaggi Xavantes per la manutenzione dei pozzi

Ogni 2 o 3 mesi, l’équipe del progetto AMA (Animazione Missionaria Salesiana), viaggi attraverso i villaggi della regione per mantenere i servizi alle comunità indigene. Tutti appartengono all’etnia Xavante e fanno parte della parrocchia “San Domenico Savio” di Campinapolis. Don Bartolomeo Giaccaria, missionario salesiano, è il parroco, con una lunga storia di servizio in favore dei “più poveri del Regno di Dio”.

Il viaggio di servizio dura alcune settimane. Il diacono salesiano José Alves spiega che si pianificano al dettaglio tutte le attività. “Entriamo nei villaggi pregando, accompagniamo le lezioni e le attività delle scuole, la salute. Incontriamo la gente nei loro villaggi e sulle strade. Se hanno problemi con il funzionamento dei pozzi ne prendiamo nota e quando raggiungiamo una quantità di servizi necessari che permettano il trasferimento del progetto AMA ritorniamo sapendo in anticipo quali pozzi necessitano manutenzione”, rivela il religioso.

In questi 13 villaggi della regione di Parabubure vivono circa 500 persone, che oggi beneficiano dei pozzi manutenuti. In questo caso sono state fatte piccole riparazioni, come il cambio delle pompe, riparazione dei rubinetti, ed altri servizi.

I pozzi esistenti furono realizzati in differenti momenti più di 30 anni fa in base alle esigenze degli indigeni. L’ultimo pozzo trivellato dal progetto AMA è stato realizzato nel villaggio di Teihidzatse 3 anni fa.

Altri pozzi sono stati realizzati nei villaggi grazie al sostegno statale. Il progetto di manutenzione dei pozzi risponde ad una chiara necessità del popolo Xavantes della regione. Gli indigeni di solito costruiscono i loro villaggi sulle rive di piccoli corsi d’acqua, che a volte si prosciugano nei periodi di siccità o quando piove poco l’acqua diventa molto fangosa. In generale è l’acqua di questi fiumi e torrenti che gli indigeni utilizzano per bere e cucinare a prescindere dalla sua qualità.

In alcuni villaggi si constata la grave carenza di acqua e per questo la presenza del progetto AMA è fondamentale per la perforazione dei pozzi e la manutenzione, tutto questo a servizio dei “più poveri del Regno di Dio”.