Dicasteri

Cagliero11 e Intenzione Missionaria Salesiana, Settembre 2022

Scarica il pdf

 

Per l'abolizione della pena di morte

Per la promozione del sistema preventivo salesiano in Papua Nuova Guinea

Preghiamo perché la pena di morte, che attenta all’inviolabilità e alla dignità della persona, sia abolita nelle legislazioni di tutti i Paesi del mondo.                                 

[Intenzione di preghiera del Papa Francesco]

CAGLIERO11_165, SETTEMBRE 2022

Cari Amici,

Vi saluto dal Colle Don Bosco, insieme agli altri Salesiani di diverse ispettorie che hanno chiesto di mettersi a disposizione del Rettor Maggiore e della Congregazione per essere inviati in Missione alla fine di questo mese come missionari ad gentes e ad vitam.

Settembre è conosciuto come il “mese della Bibbia” in memoria di san Girolamo, primo traduttore delle Sacre Scritture in latino. Un mese che si propone di aiutarci a renderci conto che ogni giorno abbiamo bisogno di comunicare con Dio attraverso la sua Parola scritta. Quando apriamo la Bibbia, apriamo le nostre vite! La Bibbia è uno spazio propizio per avvicinarci alle Sacre Scritture, è un tempo in cui, accompagnati dallo Spirito Santo, apriamo i nostri cuori ad essere terra fertile in cui la Parola di Dio pro-duce trenta o sessanta o cento volte, ovunque noi siamo!

Con tutti i Salesiani che fanno parte della 153a spedizione missionaria auguriamo a tutti i lettori di Cagliero 11 un mese benedetto e intenso di ascolto e preghiera alla luce della Parola di Dio.

  ▀ Don Reginaldo Cordeiro, SDB Membro del Settore per le Missioni Salesiane

 153a Spedizione Missionaria 2022

MOR: UN’ISPETTORIA PER SUA NATURA MISSIONARIA

Caro don Alejandro, quale è la realtà dei salesiani in MOR?

La nostra ispettoria svolge la sua missione e offre la sua testimonianza in 5 paesi a minoranza cristiana: Egitto, Israele, Palestina, Libano, Siria. Gli SDB sono in maggioranza missionari (70%), ma anche i salesiani arabi (30%) possono svolgere la propria missione in altri paesi dell’ispettoria diversi da quelli a cui appartengono per nascita e cultura.

Come funziona il lavoro con i volontari?

Da parecchio tempo è necessario il sostegno dei laici che fanno volontariato nelle nostre opere: Impegno Medio Oriente, VIS, professori volontari nelle scuole italiane in Egitto, tanti amici che offrono il loro servizio. Quest’anno più di 20 giovani dell’ispettorie ICC, INE e SMX faranno esperienza di volontariato a breve termine nelle diverse case del MOR.

Nonostante il grande bisogno di personale per portare avanti le opere dell’ispettoria, da tempo si sono fatte anche diverse esperienze missionarie durante l’estate in alto Egitto, a Bagdad, a Istambul, a Erbil. Durante queste esperienze hanno partecipato sia SDB che alcuni laici. Dal 2015, durante l’estate, l’animazione missionaria ispettoriale ha promosso un interscambio di animatori fra gli oratori per promuovere così lo spirito missionario e di comunione fra le opere dell’ispettoria. Dal 2015 al 2021 hanno vissuto questa esperienza più di 24 giovani. Quest’anno sono 16:

  • Siria, Aleppo   invia 4 giovani                                                      
  • Siria, Damasco   invia 5 giovani e riceve 2 giovani
  • Siria, Kafroun   invia 2 giovani e riceve 4 giovani
  • Egitto, Cairo–El Sahel   invia 2 giovani
  • Egitto, Cairo–Zeitun   riceve 1 giovane
  • Libano, El Housson   invia 3 giovani e riceve 9 giovani

Quale è il criterio per la scelta dove inviare i volontari del MOR?

Il nostro criterio è semplice. Quando si tratta di condividere la vita e la fede, non ci sono delle comunità che siano così povere che non possano condividere le proprie ricchezze; né ci sono delle comunità che siano così ricche che non abbiano bisogno di ricevere queste testimonianze.