Santità Salesiana

Eusebia Palomino

 
ARCHIVIO:

 

Inizio del Processo: 12-4-1982; Venerabile: 17-12-96; Beatificata il 25 Aprile 2004

Nella famiglia di Eusebia si lavora, si prega e ci si vuole bene

Eusebia Palomino Yenes nasce a Cantalpino in provincia di Salamanca, nell’ovest della Spagna, il 15 dicembre 1899. La famiglia di Agostino Palomino, autentico uomo di fede, è molto povera. In alcuni periodi dell’anno Eusebia e il padre sono costretti a chiedere l’elemosina nei paesi vicini, ma lo fanno con una gioia e una fede davvero singolari. In quei lunghi viaggi Agostino racconta il catechismo alla figlia, avida di imparare i misteri del Signore. Nella famiglia di Eusebia si lavora, si prega e ci si vuole bene.

Condotta misteriosamente all'oratorio delle suore

Il giorno della prima comunione fu vissuto da Eusebia con grande intensità. Subito dopo si recò a servizio presso una famiglia benestante. Non cedette alle tentazioni dell’adolescenza, mettendo sempre al primo posto il suo amico Gesù. Fu mandata a Salamanca, prima come bambinaia, poi come assistente in un ospizio. Desiderava tanto diventare religiosa. Un giorno, zappando, trovò una medaglia di Maria Ausiliatrice. Poco dopo un’amica misteriosa la condusse all’oratorio delle suore.

Queste la invitarono a rimanere con loro come collaboratrice. Stranamente la cucina diventava meta delle educande, che andavano a trovare quella cuoca ignorante che aveva sempre una buona parola per loro.

Diventa Figlia di Maria Ausiliatrice

Giunge a Salamanca la Madre Vicaria, che la accetta tra le postulanti. Eusebia fece il noviziato a Barcellona, edificando le compagne con la sua umiltà e con il suo sorriso. Divenuta Figlia di Maria Ausiliatrice nel 1924, fu inviata a Valverde del Camino con l’incarico di cuoca e aiutante domestica. Iniziò a vivere il suo servizio ordinario straordinariamente bene, come voleva don Bosco, tanto che il Signore volle ricolmarla di doni.

Predisse la guerra civile

Anche qui le ragazze cominciarono ad avvicinarla, attratte dal suo fascino spirituale. Iniziò a lavorare nell’oratorio. Seminaristi, adulti e sacerdoti le chiedono consiglio, stimolati dal suo spirito di preghiera e di fede convinta e convincente. Propagò la devozione alle Sante Piaghe del Signore e la cosiddetta “schiavitù mariana” di san Luigi M. Grignion de Montfort. Si raccontano molti fatti speciali che avvennero nella sua vita. Come don Bosco, ricevette dal Signore il dono della profezia. Predisse la guerra civile spagnola e si offrì come vittima per la Spagna. Cominciò a star male. La sua direttrice, suor Carmen Moreno, poi martire e beata, la accudiva, mentre raccoglieva i suoi pensieri. Suor Eusebia le profetizzò il martirio.

Prima di morire ebbe momenti di estasi e visioni. Raggiunse il Signore il 10 febbraio 1935. La sua salma riposa a Valverde del Camino.

Venerabile il 17 dicembre 1996; beatificata il 25 aprile 2004 da Giovanni Paolo II

 

Risorse in genere
SDL
Varia in tutte le lingue
Scarica il file

 

Liturgia
Collecta
LA(12 kB)
Scarica il file
Colletta e Ufficio delle Ore
LA
Scarica il file Scarica il file
Colletta
LA
Scarica il file

 

Sussidi
Presentazione ppt
ES(665 kB)
Scarica il file
Beatificazione foglietto
IT(2 MB)
Scarica il file
Beatificazione alta risoluzione
ES(8.6 MB)
Scarica il file
Beatificazione bassa risoluzione
ES(1.6 MB)
Scarica il file

 

Documenti
Intervista D.Dal Covolo
IT(25 kB)
Scarica il file
Biglietto
IT(98 kB)
Scarica il file
Intervista
IT(25 kB)
Scarica il file
Biografia
IT(1.4 MB)
Scarica il file
Profilo
IT(28 KB)
Scarica il file
Profilo breve
IT(21 KB)
Scarica il file
Pensieri
IT(25 KB)
Scarica il file
Preghiera
IT(20 KB)
Scarica il file
Preghiera 2
IT(19 KB)
Scarica il file
Bibliografia
IT(21 KB)
Scarica il file

 

Fotografie
Fotografie della Palomino
(120 kB)
Scarica il file
Fotografie della Palomino, bassa risoluzione
(290 kB)
Scarica il file
Fotografie della Palomino, alta risoluzione
(13.3 MB)
Scarica il file

 

Immagini
Immagine di Palomino originale
Scarica il file Scarica il file

 

Links
webcatolicodejavier.org
ES
Scarica il file
www.vatican.va/news_services
ES
Scarica il file