Santità Salesiana

Maria Troncatti

 
ARCHIVIO:

 

Inizio dell'Inchiesta diocesana: 7 settembre 1986;
Conclusione dell'Inchiesta: 25 ottobre 1987. Beatificazione 24 novembre 2012.

Legge il Bollettino salesiano

Maria Troncatti nacque a Corteno Golgi, in provincia di Brescia, il 16 febbraio 1883 in una numerosa famiglia di allevatori di montagna. Cresce lieta e operosa fra i campi e la cura dei fratellini, in un clima caldo dell'affetto di esemplari genitori. A Corteno arriva il Bollettino salesiano e Maria, ricca di valori cristiani, pensa alla vocazione religiosa. Inizialmente il padre non è d’accordo ma appena la figlia compie la maggiore età, 21 anni, dà il suo consenso. Maria chiede l'ammissione all'Istituto delle Figlie di Maria Ausiliatrice ed emette la prima professione nel 1908 a Nizza Monferrato.

Destinata per le missioni in Ecuador

Durante la Prima Guerra mondiale segue a Varazze corsi di assistenza sanitaria e lavora come infermiera crocerossina nell'ospedale militare. In seguito a un violento tornado Maria promise alla Madonna che se le avesse salvato la vita sarebbe partita per le missioni. La Madonna l’esaudì e Suor Maria chiese alla Madre Generale di andare tra i lebbrosi. Sette anni dopo Madre Caterina Daghero la manda invece in Ecuador.

Nel 1925 sbarcò nella baia di Guayaquil e raggiunse Chunchi dove fu infermiera e farmacista per poco tempo. Accompagnate dal vescovo missionario Mons. Comin e da una piccola spedizione, Suor Maria e altre due consorelle si addentrano nella foresta amazzonica. 

Tra le Indios Shuar

Loro campo di missione è la terra degli indios Shuar nella parte sud-orientale dell’Ecuador. Appena giunti a Mendez Suor Maria si guadagnò la stima di una tribù Shuar operando con un temperino la figlia di un capo ferita da una pallottola. Si stabilirono definitivamente a Macas, un villaggio di coloni circondato dalle abitazioni collettive degli Shuar, in una casetta su una collina. Come don Bosco fu padre e maestro Suor Maria diventò madre, e per 44 anni sarà chiamata da tutti Madrecita.

Inizia un difficile lavoro di evangelizzazione in mezzo a rischi di ogni genere. È Infermiera, chirurgo, ortopedico, dentista e anestesista, ma soprattutto catechista ricca di meravigliose risorse di fede, di pazienza e di amorevolezza salesiana. La sua opera per la promozione della donna shuar fiorisce in centinaia di nuove famiglie cristiane, formate per la prima volta su libera scelta personale dei giovani sposi. Svolse la sua attività soprattutto nel campo della formazione e della sanità, all’ospedale Pio XII di Sucúa e in numerosi dispensari. È madre delle missioni del vicariato apostolico di Méndez: Mácas, Méndez, Sevilla don Bosco e Sucúa, con instancabili spostamenti nella selva.

Muore in un incidente

Il 25 agosto 1969 Suor Maria è in aereo per recarsi a Sucúa agli esercizi spirituali, l’aereo cadde poco dopo il decollo. La radio della Federazione Shuar diede il triste annuncio: “La nostra Madre, suor Maria Troncatti è morta”. La sua salma riposa a Macas.

 

 

Fotos
FOTOS B/N
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file
Scarica il file

 

 

 

Risorse in genere
SDL
Varia in tutte le lingue
Scarica il file

 

Liturgia
Liturgia Eucaristica:
IT
Scarica il file Scarica il file Scarica il file
Ufficio delle ore
IT
Scarica il file Scarica il file Scarica il file
Colletta
DE
Scarica il file Scarica il file
Ufficio
DE
Scarica il file

 

Documenti
Profilo breve
IT
Scarica il file
Beata Sr Maria Troncatti : Rettor Maggiore
IT
Scarica il file
Intervista a don Angelo Botta
IT
Scarica il file
Schede
IT
Scarica il file
Profilo
IT
Scarica il file
Miracolo approvato
IT
Scarica il file
Storia della Causa
IT
Scarica il file
Triduo
IT
Scarica il file