Santità Salesiana

Giovanni Swierc e 8 compagni

 
ARCHIVIO:

 

 

 

 

Inizio dell'Inchiesta diocesana il 17 settembre 2003

A Valsalice per compiere gli studi ginnasiali e entra il noviziato

Jan Swierc nacque a Królewska Huta, in Alta Slesia, il 29 aprile 1877 da Matteo e Francesca Rother. Grazie alla buona fama dell'Istituto Salesiano di Valsalice venne in Italia per compiervi gli studi ginnasiali. Chiese di diventare salesiano e iniziò il noviziato a Ivrea. Studiò filosofia e teologia a Torino. Il 6 giugno 1903 venne ordinato sacerdote a Torino dal card. Richelmy. 

Direttore ad Oswiecim

Tornato in Polonia, incominciò il lavoro pedagogico salesiano con molta cura e diligenza, dando prova di ottima capacità e virtù religiosa. Fu prima Direttore ad Oswiecim, poi in altre case salesiane polacche. Fu sempre consigliere ispettoriale dal primo momento che si costituì il consiglio fino alla morte. 

Un religioso e salesiano esemplare

Don Jan è un religioso e salesiano esemplare, ama la Congregazione e don Bosco, dà sempre prova di possederne tutto lo spirito. È conosciuto per la sua prudenza. A lui si affidavano gli affari più difficili e delicati. Il 23 maggio 1941, essendo egli Direttore e parroco di Cracovia Debniki, venne arrestato con altri Confratelli dalla Gestapo e condotto nelle carceri di Cracovia. 

Arrestato e condotto nel campo di concentramento di Oswiecim

Fu poi condotto nel campo di concentramento di Oswiecim. Il 27 giugno 1941 don Jan venne crudelmente torturato e ucciso da un soldato tedesco perché prete, e perché non smetteva di invocare il nome di Gesù. Aveva 64 anni d'età, 42 di professione e 38 di sacerdozio. Di lui possiamo aggiungere che già in vita ebbe fama di santità, a prescindere dal martirio. 

Con lui vennero martirizzati altri

Con lui vennero martirizzati ad Auschwitz anche:

don Ignacy Antonowicz: nato nel 1890 in Wieslawice, Rettore del Seminario di Kraków, morì il 21 luglio 1941 nell’ospedale del campo di concentramento;

don Ignacy Dobiasz: nato nel 1880 in Ciochowice, fu ucciso il 27 giugno 1941 nelle cave di ghiaia;

don Karol Golda: nato nel 1914 in Tychy, venne condannato a morte per aver confessato i soldati tedeschi; l’esecuzione fu compiuta il 14 maggio 1942;

don Franciszek Harazim: nato nel 1885 in Osiny, morì il 27 giugno 1941, ammazzato anch’egli nelle cave di ghiaia;

don Ludwik Mroczek: nato nel 1905 in Kety, morì nell’ospedale di Auschwitz il 5 gennaio 1942;

don Wlodzimierz Szembek: nato nel 1883 in Poreba Zegoty, morì nel campo di concentramento il 22 settembre 1942;

don Kazimierz Wojciechowski: nato nel 1904, morì il 27 giugno 1941, ucciso durante il lavoro nelle cave di ghiaia.

Fa parte del gruppo anche don Franciszek Miska: nato il 5 dicembre 1898 a Swierczyniec, in Alta Slesia, Direttore a Jaciazek e poi a Lad, internato nel campo di concentramento di Dachau, morì per maltrattamenti e sevizie il 30 maggio 1942.

 

 

Don Ignacy Antonowicz

Don Ignacy è nato nel 1890 in Wieslawice. Era allievo del Collegio Salesiano di Oswiecim negli anni 1901-1904. Entrato nella Congregazione a Daszawa nel 1905 e nel 1906 ha emesso la prima professione a Oswiecim. Ha ricevuto l`ordinazione sacerdotale a Roma nel 1916. Ha lavorato prima in Italia e poi in Polonia. Era tra altro Rettore del Seminario di Krakow (studentato teologico). Fu arrestato il 23 maggio 1941. Prima messo in prigione, fu trasportato in seguito nel campo di Auschwitz. Morì il 21 luglio 1941 nell`ospedale del campo, in seguito alle selvagge percosse e ai maltrattamenti ricevuti.

 

 


Don Ignacy Dobiasz

Don Ignacy è nato nel 1880 in Ciochowice. Dal 1894 frequenta il Collegio salesiano a Torino, finché nel 1898 entra nella Congregazione salesiana. Emette la prima professione nel 1900 e nel 1908 viene ordinato sacerdote a Foglizzo. Dopo il suo ritorno in patria lavora a Oswiecim, Przemysl, Warszawa e Kraków. Venne arrestato il 23 maggio 1941 e dopo un mese di prigionia fu trasportato nel campo di Auschwitz. Lì fu ucciso il 27 giugno 1941 nelle cave di ghiaia.

 

 


Don Karol Golda

Don Karol è nato nel 1914 in Tychy. Negli anni 1927-1931 ha frequentato il Collegio salesiano di Oswiecim. È entrato nella Congregazione salesiana nel 1931 e ha emesso la prima professione nel 1932 a Czerwinsk. Dal 1935 ha studiato a Roma, dove è stato ordinato sacerdote nel 1938. Dopo essere tornato in Polonia ha lavorato a Poznan e poi a Oswiecim. Fu arrestato il 31 dicembre 1941 e trasportato nel campo di Auschwitz. Lì è stato condannato a morte per aver confessato i soldati tedeschi. L’esecuzione fu compiuta il 14 maggio 1942.

 

 


Don Franciszek Harazim

Don Franciszek è nato nel 1885 in Osiny. Dal 1901 ha frequentato il collegio salesiano di Oswiecim. È entrato nella Congregazione salesiana nel 1906 e ha emesso la professione religiosa nel 1907 a Daszawa. Ha studiato in Italia, dove nel 1915 è stato ordinato sacerdote. Dopo essere tornato in Polonia ha lavorato tra l’altro a Oswiecim e Kraków. Fu arrestato il 23 maggio 1941 e dopo un mese di prigione fu trasportato nel campo di Auschwitz. Lì è morto il 27 giugno 1941, ammazzato nelle cave di ghiaia.

 

 


Don Franciszek Miska

Nacque il 5 dicembre 1898 a Swierczyniec (Alta Slesia). Compiuto il ginnasio nel Collegio salesiano di Oswiecim, entrò nel noviziato di Pleszów. Emise i voti perpetui a Oswiecim nel 1923. Quindi si recò a Torino-Crocetta per attendere agli studi teologici. Il 10 luglio 1927 è ordinato Sacerdote. Ritornato in patria, lavora prima nell'orfanotrofio di Przemysl, e poi a Vilna nella scuola professionale. Nel 1931 è Direttore a Jaciazek, e poi a Lad. Di qui viene internato nel campo di concentramento di Dachau, dove muore, in seguito ai maltrattamenti subiti, il 30 maggio 1942.

 

 


Don Ludwik Mroczek

Don Ludwik è nato nel 1905 in Kety. Ha frequentato il Collegio Salesiano di Oswiecim negli anni 1917-1921. Ha fatto il noviziato in Klecza Dolna, dove ha emesso la prima professione nel 1922. Ha studiato poi a Kraków e Przemysl, dove è stato ordinato sacerdote nel 1933. Ha lavorato tra altro a Lwów, Czestochowa e Kraków. Arrestato il 22 maggio 1941, è rimasto in prigione per un mese, e dopo è stato trasportato nel campo di concentramento di Auschwitz. Picchiato durante un appello, finì nell’ospedale, dove morì il 5 gennaio 1942.

 

 


Don Wlodzimierz Szembek

Don Wlodzimierz è nato nel 1883 in Poreba Zegoty. È entrato nella Congregazione Salesiana nel 1929 a Czerwinsk, dove ha fatto la prima professione nel 1930. Ha studiato a Kraków, dove ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale nel 1934. Ha lavorato tra altro a Kraków – prima nella casa ispettoriale e poi nello studentato teologico – e a Skawa. Là è stato arrestato il 9 luglio 1942 e trasportato prima a Zakopane, poi a Tarnów, e alla fine nel campo di Auschwitz. Morì il 22 settembre 1942 a causa delle violenze subite durante gli interrogatori.

 

 


Don Kazimierz Wojciechowski

Don Kazimierz è nato nel 1904. Ha frequentato negli anni 1912-1920 le scuole salesiane di Kraków e Oswiecim. Ha fatto il noviziato a Klecza Dolna, dove nel 1921 ha emesso la prima professione. Nel 1935 è stato ordinato sacerdote a Kraków. Come prete salesiano ha lavorato poi a Oswiecim e Kraków. Fu arrestato il 23 maggio 1941. Fu poi trasportato nel campo di Auschwitz. Morì il 27 giugno 1941, ucciso durante il lavoro nelle cave di ghiaia.

 

 


 

 

Risorse in genere
SDL
Varia in tutte le lingue

 

Documents
Jan Swierc e i suoi 8 compagni martiri